Tag Archives: semine

Semine al coperto: alcuni problemi e soluzioni

16 Giu
Semine al coperto

Semine al coperto

Poter fare semine in ambiente controllato e protetto (in serra, sul balcone od il davanzale di casa, oppure anche in angolo riparato all’aperto) non e’ alla portata di tutti. Ci vogliono spazio e luce. Creare una area apposita e’ uno sforzo che pero’ vale la pena fare: si possono anticipare di molto le semine, si risparmia acqua e si massimizza la produttività nell’orto. Con i trapianti possiamo anche posizionare le piante alla distanza finale, invece di procedere a continui diradamenti, e non dobbiamo preoccuparci di fare continue pulizie dei letti per togliere le piante indesiderate. Quindi meno lavoro!

Non ci si deve limitare a coltivare in questo modo solo agli inizi della stagione orticola pero’: le semine di maggio, giugno e luglio possono essere trapiantate, per esempio, non appena piselli, fave e patate sono state raccolte. Cosa seminare nello specifico dipende un po’ dal vostro clima. Se avete l’abitudine di tenere un diario delle semine sara’ facile programmare queste semine al coperto.

Chi già si diletta con vasetti e piantine sapra’ che non e’ sempre tutto rosa e fiori …. o almeno non lo e’ sempre stato per me! Alcuni fattori sono importanti per il successo delle semine in ambiente protetto. Queste le mie esperienze! 🙂

Continua a leggere

Piccoli trucchi di primavera

31 Mag

Vorrei far parlare soltanto le foto … che pero’ non rendono bene l’idea, non trasmettono l’abbondanza – nonostante il clima, nonostante il suolo, nonostante le avversità a due, quattro o piu’ zampe. Ogni tanto sparisce un’ insalata od una barbabietola, opera delle numerosissime larve di maggiolino, che da queste parti sono un serio problema (lo scorso anno e’ stata l’ultima fase del ciclo di riproduzione e ad aprile abbiamo avuto giorni in cui era impossibile uscire al tramonto, causa vere e proprie invasioni apocalittiche di maggiolini in volo!).  Ma non mi preoccupo troppo. Posso dire con certezza che, non solo se paragonato alle terre della zona, ma anche con quelle più a valle (dove il clima e’ un po’ più mite), il nostro orto e’ in anticipo (come minimo) di 2-3 settimane. Non solo. Tutto sembra crescere rigoglioso e più’ o meno sano.

Non si tratta di sola fortuna, ma anche di cura, attenzione … e di alcuni piccoli trucchetti. Sperimentare e’ la parola chiave. Non tutto funziona ovunque. Osservate il clima, il suolo e la fauna (sopra e sotto terra), valutate i problemi … e le soluzioni sono sicuramente dietro l’angolo!

Questi i problemi del mio orto in primavera, seguiti dalle soluzioni che ho trovato: Continua a leggere

Diario Transilvano: inizio di (una nuova) stagione!

31 Mar

Sta’ diventando sempre più difficile trovare il tempo per bloggare, con due progetti orticoli in contemporanea. Come se non bastasse le idee ed i progetti aumentano di settimana in settimana. Per il prossimo mese abbiamo in programma di costruire un rocket stove e di fare un laghetto extra small, entrambi a Varsag. Con due nevicate toste ed una (non sicura) in arrivo inizi di aprile l’orto-giardino di Varsag (quello in montagna per intenderci) e’ in stallo per il momento (anche se le semine in semenzaio sono già iniziate!).

Il progetto in campagna (battezzato temporaneamente col nome di Arcadia) sara’ anche quello in stand-by fino ad inizi di Maggio …. per cause di forza maggiore (un sorpasso vietato si e’ concluso col ritiro della patente per 30 giorni, quindi niente pendolarismo per un mese!). Fortuna vuole che abbiamo fatto in tempo a fare un po’ di pacciamatura ed a piantare delle piante aromatiche (presto un breve articolo sui progressi in campagna).

Ma vediamo cosa e’ successo durante la nostra assenza invernale e cosa siamo riusciti a compiere in queste due settimane.

Continua a leggere

Diario transilvano: arrivo e prime semine

31 Mar

Sono trascorse due settimane dall’inizio del nostro nuovo progetto transilvano. Non siamo riusciti a fare tutto quello che ci eravamo – ambiziosamente – prefissati. Riscaldare casa e’ stata una priorita’ che ci aspettavamo, ma che non immaginavamo avrebbe impiegato cosi’ tanto le nostre energie. Le temperature glaciali trovate al nostro arrivo ci avevano inizialmente spiazzato: -15C fuori casa e, dopo qualche giorno di camino costantemente acceso, la bellezza di 6-12C dentro casa! Poi tanta tanta riflessione, piani orticoli, di semine, di design, di mini progetti …. soprattutto per fare passare il tempo. Ma alla fine ci volevano queste giornate. Avevamo bisogno di un inizio lento. Ci ha permesso di osservare bene il paesaggio, di scoprire in quali aree la neve si scioglie prima, in quali dopo, dove scorre l’acqua, e di affinare (se non cambiare addirittura) il design iniziale.

Continua a leggere

Design, tecniche di coltivazione e colture (2)

31 Mar

Continua da ‘Design, tecniche di coltivazione e colture (1)

PACCIAMATURA e SEMINE

Le parcelle del nostro orto vengono tenute coperte tutto l’anno da pacciamatura molto alta di paglia e letame di cavallo. Aggiungiamo, se capita, anche resti vegetali dell’orto. La pacciamatura offre numerosissimi vantaggi: riduce l’evaporazione dell’acqua, l’erosione del suolo, e non solo minimizza la perdita di fertilita’ ad opera delle piogge intense ma arricchisce nel contempo la terra, se fatta con materiale organico come nel nostro caso. Importante ricordare che la pacciamatura mantiene le condizioni di umidita’ e temperatura esistenti nel momento in cui questa e’ stata effettuata. Se si ricopre la terra quando e’ fredda e zuppa d’acqua rimarra’ cosi’ a lungo…quindi evitate di iniziare a pacciamare in pieno inverno, per esempio… Continua a leggere