Tag Archives: pacciamatura

Permacultura in Transilvania – fase 2: primi successi e fallimenti

24 Ott

Due mesi senza scrivere un articolo: forse ho davvero il blocco del bloggatore! Il fatto e’ che, negli ultimi mesi, tra raccolte estive ed autunnali, conserve varie e tra le ore spese a discutere il design del nuovo progetto in campagna, a (provare) ad implementarlo, insieme al tempo dedicato alla sua gestione … facendo spesso avanti e indietro … insomma: tempo per scrivere il blog = zero!

Eccovi comunque un breve aggiornamento e qualche foto sui progressi in campagna.

Continua a leggere

Annunci

Bancali rialzati, letti e pacciamatura

19 Lug

Anche se la stagione non e’ ancora finita, eccomi con il punto della situazione dell’orto e dei letti coltivati in questo primo anno transilvano. La diversita’ dei letti, diversita’ sia dentro suolo (ovvero il tipo di ammendanti usati in primavera durante la costruzione dei bancali) che sopra (ovvero la pacciamatura usata come copertura), mi sta’ dando modo di osservare, paragonare e riflettere su cosa funziona e cosa non. Intendiamoci bene: non c’e’ nulla di scientifico, solo osservazioni ed intuizioni … e gli esperimenti si ripeteranno anche il prossimo anno! 🙂

Continua a leggere

Pacciamatura ed ammendanti del suolo: compost esausto di fungaia

23 Giu

Il compost esausto di fungaia (spent mushroom compost) e’ un sottoprodotto della coltivazione di funghi. La composizione del compost varia leggermente da azienda ad azienda, ma e’ per la maggior parte composto da materiale fibroso (tipo paglia), letame (o torba) e gesso. Per capire meglio cos’e, questo e’ un esempio del processo produttivo nell’azienda  Funghi Valbrenta:

Continua a leggere

Lavori autunnali

29 Nov

Ed e’ passato anche questo autunno. Da queste parti arriva il freddo molto prima che in Italia e tanta tantissima pioggia (lo stereotipo del clima londinese, meno la nebbia). Nell’allotment sembra tutto fermo. Anche se e’ questo il periodo per seminare agli, cipolle, fave, verdure orientali e piselli, nei campi, pure nelle rare giornate di sole, si vede poca gente in giro e gli orti sembrano abbandonati a se’ stessi. Le erbacce nei plot dei vicini hanno ormai preso il sopravvento e conquistato ogni centimetro di terra nuda (vedi foto sotto). Il mio orto sembra quasi finto in confronto per quanto e’ immacolato – ed il tutto senza fatica. Mentre i pochi stoici zappano, imprecano contro equiseto, gramigna ed altre erbacce e si spezzano la schiena, io mi vergogno di avere ben poco da fare. Giusto qualche raccolta, gli stagionali controlli della pacciamatura e del suolo e rifare i sentieri. Che devo dire …. evviva l’orto ‘no-dig’!!! Il mio vicino deve aver sofferto cosi’ tanto quest’anno che mi ha ufficialmente comunicato che dalla prossima stagione adottera’ anche lui il metodo no-dig (no-vangatura) usando sentieri fissi, pacciamatura e via dicendo. Mi sta’ persino chiedendo informazioni su come si fa’ l’infuso di aglio contro gli afidi!! Se solo lo conosceste capireste perche’ sono cosi’ meravigliata …. e’ – anzi forse meglio dire era 😉 – l’antitesi del coltivatore biologico!

Continua a leggere

Back to Eden

18 Apr

Un documentario interessante che ha pero’ ricevuto alcune critiche nei forum di permacultura a causa delle continue citazioni bibliche. Si, e’ vero, la Bibbia viene citata (ed il nome di Dio menzionato) ogni 3-4 secondi. Se cio’ vi da’ fastidio vi consiglio di cercare di superare il blocco e guardare comunque questo film, perche’, vi assicuro, ne vale davvero la pena. Paul parla purtroppo (inglese) molto velocemente. Spero uscira’ una versione coi sottotitoli perche’ quello che dice e’ interessante e spiegato bene. Copre tutti gli aspetti e motivazioni del no-dig / no vangatura, di lavorare con la natura e non contro e del ruolo ed importanza della pacciamatura. Dopo la prima ora ci sono dimostrazioni di sheet-mulching (l’orto-lasagna). Certo, fa’ tanti, troppi riferimenti biblici, ma quello che dice ha risonanza con me e con quello che vedo anche io nel mio orto ….   Continua a leggere

Design, tecniche di coltivazione e colture (2)

31 Mar

Continua da ‘Design, tecniche di coltivazione e colture (1)

PACCIAMATURA e SEMINE

Le parcelle del nostro orto vengono tenute coperte tutto l’anno da pacciamatura molto alta di paglia e letame di cavallo. Aggiungiamo, se capita, anche resti vegetali dell’orto. La pacciamatura offre numerosissimi vantaggi: riduce l’evaporazione dell’acqua, l’erosione del suolo, e non solo minimizza la perdita di fertilita’ ad opera delle piogge intense ma arricchisce nel contempo la terra, se fatta con materiale organico come nel nostro caso. Importante ricordare che la pacciamatura mantiene le condizioni di umidita’ e temperatura esistenti nel momento in cui questa e’ stata effettuata. Se si ricopre la terra quando e’ fredda e zuppa d’acqua rimarra’ cosi’ a lungo…quindi evitate di iniziare a pacciamare in pieno inverno, per esempio… Continua a leggere

Febbraio nell’orto

28 Feb

Iniziano i lavori finalmente! Abbiamo messo su un ‘summerhouse’ (nella foto sotto, in un angolo del nostro orto…si, quello con tutte le vetrate!) che dei vicini di allotment ci hanno molto gentilmente regalato. E’ davvero splendido e lo stiamo usando per il momento come serra per germinare (in via sperimentale!) dei semi di insalata, porri, peperoncini piccanti e cipolline …. e per ripararci dalle intemperie londinesi! Continua a leggere