Tag Archives: bancali

Updates

19 Mag

Dopo una lunghissima pausa … un breve riassunto! ūüėČ

Nel progetto in montagna, a Varsag, l’orto e’ al minimo essenziale e abbiamo fatto – con molto ritardo –¬†esclusivamente semine dirette di pochi ortaggi. La differenza tra semine dirette e semine anticipate in semenzaio, che facevo negli anni passati, e’ notevole: l’orto sembra cosi’ indietro e cresce cosi’ lentamente che e’ snervante …. Nel contempo le piante spontanee di lattuga, rucola, cipolle varie e biete sono delle super star!! Questa una foto scattata velocemente questa mattina dalla finestra di casa.

Nel progetto in campagna¬†tutte le nostre energie sono concentrate sui¬†lavori della casa nuova, che non e’ ancora finita.¬†I¬†momenti salienti dello scorso anno sono stati anche questi:

  • CREAZIONE di 13 BANCALI RIALZATI
  • INSTALLAZIONE di una¬†CISTERNA per la RACCOLTA dell’ACQUA PIOVANA
  • CREAZIONE di un LAGHETTO
  • ACQUISTO di una nuova piccola PARCELLA DI TERRA confinante con il nostro terreno (1,500 mq)

Gli swales nel frattempo stanno funzionando benissimo e, se non fosse per le arvicole, gli alberi crescerebbero una meraviglia!

Continua a leggere

Annunci

L’ultimo bancale rialzato

24 Ago

Non so’ quanti ne abbiamo fatti in tutti questi anni. Parlo dei bancali rialzati costruiti con zolle di erba capovolte. Eppure ogni volta mi sorprendo da quanto questo metodo sia fenomenale.

L’ultimo bancale rialzato e’ stato, anche questa volta, un successone. Gli ortaggi piu’ rigogliosi, pomodori inclusi,¬†hanno casa¬†li. Ed il bancale e’ stato finora completamente, assolutamente¬†trouble-free.

Qualche foto, partendo dagli inizi dei lavori ad aprile e finendo con una panoramica a luglio.

Continua a leggere

Bancali, funghi e nuovi orti

28 Gen

Dopo un autunno pieno di sorprese (gelo e neve hanno infatti fatto capolino, inaspettatamente, gia’ a ¬†fine settembre!), tanti sono i piani per il nuovo anno e la lontananza fisica dai nostri due progetti ci sta’ probabilmente rendendo ancora piu’ spavaldi, fantasiosi … e certamente piu’ smaniosi di iniziare! Si, perche’ a fine novembre abbiamo lasciato quella terra transilvana che abbiamo documentato con tanta passione per andare a riabbracciare l’asfalto londinese. Non per molto pero’, ancora qualche settimana e si riparte!!

Novembre in Transilvania

Novembre in Transilvania

Ma torniamo ai nostri piani.¬†Questo (in breve) quello che abbiamo in mente per quest’anno per il nostro piccolo progetto in zona sub-alpina (a Varsag) e per il nuovo mezzo ettaro di terra in campagna (progetto battezzato temporaneamente col nome ‘Arcadia’).

Prendetelo pure come un assaggio di quello che vedrete quest’anno! ūüôā

Continua a leggere

Bancali rialzati, letti e pacciamatura

19 Lug

Anche se la stagione non e’ ancora finita,¬†eccomi con¬†il punto della situazione dell’orto e dei letti coltivati in questo primo anno transilvano. La diversita’ dei letti, diversita’ sia dentro suolo (ovvero il tipo di ammendanti usati in primavera durante la costruzione dei bancali) che sopra (ovvero la pacciamatura usata come copertura), mi sta’ dando modo di osservare, paragonare e riflettere su cosa funziona e cosa non. Intendiamoci bene: non c’e’ nulla di scientifico, solo osservazioni ed intuizioni … e gli esperimenti si ripeteranno anche il prossimo anno! ūüôā

Continua a leggere

Pacciamatura ed ammendanti del suolo: compost esausto di fungaia

23 Giu

Il compost esausto di fungaia (spent mushroom compost) e‚Äô un sottoprodotto della coltivazione di funghi. La composizione del compost¬†varia leggermente da azienda ad azienda, ma e’ per la maggior parte composto da materiale fibroso (tipo paglia), letame (o torba) e gesso. Per capire meglio cos’e, questo e’¬†un esempio del¬†processo produttivo nell’azienda¬† Funghi Valbrenta:

Continua a leggere

Primi passi nel nuovo orto-giardino

11 Mag

E’ passato un mese dall’ultimo post¬†relativo al progetto transilvano e non so’ da che parte iniziare a scrivere quello che e’ successo in questi trenta e passa giorni. Perche’ non e’ poi successo tantissimo … eppure mi sento come se avessimo smosso le montagne! Beh, a pensarci bene abbiamo piantato 70 tra alberi ed arbusti, creato due orticelli (4 letti 7×1 m e 3 bancali rialzati di 4×1 m), creato diverse mini aree per fiori, erbe aromatiche, fragole e ribes, ci siamo scervellati per raccimolare pacciamatura …. e tutto nei ritagli di tempo, perche’ abbiamo entrambi lavorato a tempo pieno (ahime’ davanti al computer). Quindi, si, forse qualcosina e’ successa. ūüôā

Continua a leggere

Design, tecniche di coltivazione e colture (1)

25 Mar

“Che bello che avete un orto. Quanto e’ grande? Cosa coltivate?”. E’ la domanda¬†di rito che tutti¬†mi fanno quando dico che abbiamo una parcella di terra. E la risposta di rito per tutti, senza eccezioni, e’ una balbettatura iniziale e un vago “…mah, coltiviamo di tutto…”,¬†seguito da¬†una lista mooolto approssimativa.¬†Forse e’ la¬†paura di annoiare il mio interlocutore, che magari non e’ poi cosi’ interessato¬†al giardinaggio, ed ancor meno di sentir parlare di permacultura, non lo so’, … anche se immagino che di curiosita’ ce ne sia tanta visto che l’orto¬†si trova¬†a Londra e che i climi non sono certo mediterranei. E cosi’ ho pensato di¬†scrivere un articolo sul tema, cosi’ da rimandare¬†coloro che sono¬†interessati ad una risposta sensata¬†a queste pagine, viste le mie¬†scarse¬†capacita’ di comunicazione orale!¬†ūüôā

Quindi, dopo l’articolo ‘Storie orticole (2008-2011)‘ eccomi¬†con¬†altri dettagli¬†(divisi in tre parti).

Continua a leggere