Permacultura in Transilvania – fase 1: design, swales e primi alberi

28 Ott

25 settembre 2013 – data di inzio dei lavori per il nuovo progetto di permacultura in Transilvania. Questo il design, che sono sicura cambiera’ un pochetto mano a mano che otterremo feedback dal sistema.

ANALISI DELLE ZONE

Spiegato molto semplicemente, in permacultura l’analisi delle zone consiste nel definire quali saranno le aree piu’ frequentate e quali meno e nel posizionare piante, strutture, risorse ed altri elementi in base a questa frequenza di uso, in relazione alla zona 0 dove sorgera’ l’abitazione principale. 

Nella zona 3 – l’area piu’ lontana dalla casa ed in salita – ci sara’ un food forest, dove nei primi due swales verranno piantati gli alberi ed arbusti un po’ piu’ preziosi (per esempio i castagni), insieme ad una siepe mista ed informale, che seguira’ il perimetro del plot e che svolgera’ diverse funzioni, oltre a fornire privacy e protezione dal vento ed animali.

Ci saranno alberi ed arbusti per le api, piante che offrono habitat per predatori benefici, materiale per pacciamatura, per legna, noci e bacche, ecc. Una volta che questa area sara’ consolidata potra’ essere utilizzata da polli ‘free-range’.  

La zona 2 includera’ un frutteto alla base del terzo e quarto swale, con ciliegi nel lato nord/nord-ovest del plot. In mezzo agli swales avremo colture a bassa manutenzione, meglio se mellifere, come la facelia, insieme a colture tipo mais, quinoa, amaranth, patate.  

Permacultura in Transilvania - design 2

Ci saranno in questa zona strutture per api e pollame.

Nella zona 1, ad ovest, sorgeranno delle serre, che saranno in linea ed a monte dell’eventuale pozzo. Sorgeranno anche altre piccole strutture, per la preparazione di sementi e propagazione degli alberi ed arbusti. 

Nella zona 0 avremo l’area spianata dove sorgeranno le abitazioni, dove si raccogliera’ l’acqua piovana e ci saranno alberi da frutta piu’ preziosi. D’avanti le due casette immancabile un orto-giardino di zona 0, ovvero con colture che richiedono un occhio molto vigile o che si raccolgono giornalmente (tipo le erbe aromatiche, fragole, ecc). Sotto l’area spianata, con un dislivello di circa un metro, ritorneremo in zona 1, con  un altro orto-giardino (di circa 400 mq), seminato a colture che richiedono un po’ meno manutenzione.

 

RISORSE

La proprieta’ e’ al momento completamente ‘off-grid’: niente elettricita’ ed acqua. Un pozzo verra’ scavato tra un paio di settimane, ma dovra’ fungere solo da sistema di emergenza. Principali fonti di acqua per l’orto saranno un sistema di raccolta dell’acqua piovana combinato con un pozzo veneziano ed un sistema di reciclaggio delle acque grigie, una volta che saremo collegati alla rete municipale di acqua.

Permacultura in Transilvania - design 3

Permacultura in Transilvania - fase di design 1

L’area di compostaggio verra’ posizionata in modo da ottimizzare l’energia richiesta per i lavori (principio base della permacultura) e quindi andra’ in una zona sotto la casa (facilita’ di trasporto in discesa) e sopra l’orto-giardino di zona 1 (facilita’ di distribuzione del compost).

 

ALBERI ed ARBUSTI

Date le difficolta’ iniziali (mancanza di acqua, infestazione di arvicole, inverni molto rigidi con punte di -25C, suolo estremamente argilloso) quest’anno pianteremo solo alberi ed arbusti lungo il perimetro e tenteremo la sorte con i castagni. Gli alberi da frutta, arbusti da sottobosco, erbe aromatiche, e tutte le annuali verranno piantate in una seconda fase, dopo che avremo ricevuto feedback dal sistema.

Alla data odierna sono state piantate quasi 300 piante:

  • 30 noccioli
  • 5 ulmus glabra
  • 1 salice piangente
  • 25 prunus cerasifera ‘Hessei’
  • 20 elaeagnus angustifolia
  • 25 betulle
  • 20 castagni
  • 20 lonicera kamtchatika
  • 12 aronia melanocarpa
  • 10 carpinus betulus
  • 27 sambucus nigra
  • 20 tilia cordata
  • 25 cornus mas
  • 3 pinus nigra
  • 3 pinus silvestris
  • 25 olivello spinoso
  • 15 crataegus

In settimana avremo delle acacie, dei morus alba, altri carpinus e noccioli, e dei berberis vulgaris, sorbus aucuparia, amelanchier alnifolia ed altre lonicere kamtchatika. 

Ma passiamo a qualche foto! Questa l’area di 5.500 mq, tutta ad erba medica/alfalfa. All’inizio ero cosi’ contenta che ci fosse erba medica, poiche’ e’ molto resiste alla siccita’ e fornisce diverse raccolte all’anno di materia organica, sia da usare come pacciamatura che come ingrediente nel compost … Ora che so’ alcune cose pero’ sull’erba medica … sono un po’ meno contenta (leggi problema arvicole).

Arcadia - prima

Permacultura in Transilvania

Questo il suolo. Non servono commenti, vero? Avrei potuto infilare una gamba (se ce l’avessi avuta cosi’ magra!) tanto era la profondita’ di queste crepe! 

Suolo

Non avrei infilato cosi’ tanto la mano se avessi saputo che il plot e’ pieno di arvicole e che usano le crepe nel suolo per spostarsi da un posto all’altro!!!

SWALES

Prima cosa che abbiamo fatto e’ stato trovare le linee di rilievo per gli swales. Abbiamo usato un tubo, riempito di caffe’ del tipo liofilizzato (il colore scuro aiuta a vedere il livello meglio rispetto all’acqua),ed  attaccato le estremita’ a due pali graduati (cm), cosi’ come nella foto:

Particolare del sistema per trovare le linee di rilievo

Metodo rudimentale per trovare le linee di rilievo

Per trovare le linee di rilievo le due estermita’ del tubo  devono indicare lo stesso livello (come nella foto sotto). Questo sistema e’ molto semplice e veloce da usare. Basta solo fare attenzione che non vi siano bolle di aria prima di iniziare, che il tubo non si attrocigli durante le misurazioni e che questo sia posizionato sotto il livello dei due pali. Avevamo anche costruito un aggeggio chiamato ‘A-frame’, ma che non abbiamo usato poiche’ abbiamo trovato il sistema del tubo (!!) molto piu’ celere!

Misurare il rilievo

Rudimentale ma efficace!

 Ma perche’, qualcuno si chiedera’, e’ importante trovare le linee di rilievo? In permacultura e’ importante trattenere tutte le risorse che passano sulla nostra terra il piu’ a lungo possibile e distribuirle laddove sono scarse. Una di queste risorse, molto importante, e’ l’acqua. Rallentare quindi lo scorrimento delle pioggie, raccoglierle (se possibile) in swales, bacini, cisterne e ridistribuirla laddove o quando e’ scarsa e’ fondamentale. Se abbiamo dei sentieri, dei bancali rialzati o dei veri e propri swales sulle linee di rilievo, l’acqua verra’ trattenuta da questi e si infitrera’ nel suolo lentamente (se non sono su rilievo invece l’acqua scorrera’ via poiche’ ci sara’ pendenza).

E qui l’inizio dei lavori. Una nota: la ditta che ha fatto i lavori ha controllato con strumenti laser le linee di rilievo da noi marcate ed erano tutte corrette!

Swales - iniziano i lavori

Mamma mia! Iniziano i lavori!

Swales

Incredibile ma vero: l’operatore del macchinario ha capito subito quello che volevamo fare (anche se non e’ riuscito a mascherare bene la sua perplessita’ sull’utilita’ di un sistema del genere!)

Swale quasi terminato

Swale quasi terminato

Terzo swale

Misurazione col laser della linea di rilievo

Il suolo e’ … come dire … vedremo cosa riusciremo a fare .. (miracoli per esempio??)

Swale - particolare

Verra’ pacciamato in primavera. Nel frattempo abbiamo seminato facelia, senape, trifoglio, lupini

Il ‘mostro’ ha anche spianato l’area dove sorgera’ l’abitazione:

Spianatura

Che lavoro!

Quindi … questo il paesaggio prima degli swales …

Dal sentiero

Carino ma un po’ monotono

  … e questo dopo …

Swales in Transilvania

Swales in Transilvania

… prima …

Arcadia - prima dei lavori

Prima dei lavori

… e dopo !

Vista dei tre swales

Swales terminati!

IL RECINTO e LE SIEPI

Seconda mossa e’ stata preparare il perimetro per le piante (aratura ed aggiunta di ammendanti per dare qualche chance ad alberi ed arbusti di sopravvivere … ricordo che non c’e’ acqua in loco al momento), fare il recinto e come ultima mossa piantare quasi 300 piante.

Costruzione del recinto

Costruzione di 300 metri di recintazione

Il perimetro e’ stato lavorato davvero bene!

Preparazione del perimetro

Preparazione del suolo

Ed ecco le prime piante …

Perimetro con prime piante

Prime piante!

Queste alcune betulle …

Betulle

Le betulle … che passione!

Questa l’area battezzata ‘Costa del Sol’, sotto la casa, dove sorgera’ un orto-giardino di 400 mq circa, in zona 1. 

Area 'Costa del Sol'

Area battezzata ‘Costa del Sol’ poiche’ buona parte rimarra’ esposta al sole cocente.

I primi castagni …

Castagni in permacultura

Tentiamo la sorte coi castagni …

Swales e castagni

Lavoro (per oggi) terminato!

L’area spianata dove quest’anno, prima dell’arrivo dell’inverno, sorgera’ una mini casetta in legno di ben 12mq (piu’ veranda di 6mq!)!!

Panoramica

Lo spazio (finalmente) non manca!!

E questa una panoramica!

Panoramica al 19 ottobre 2013

Progetto di Permacultura in Transilvania al 19 ottobre 2013

7 Risposte to “Permacultura in Transilvania – fase 1: design, swales e primi alberi”

  1. Cristian 28 ottobre 2013 a 19:06 #

    Che dire… Fantastico! Questo progetto è un sogno. Bravi, complimenti! Quasi quasi, scappiamo anche noi e veniamo in Transilvania… Fortuna che qui a due passi ci sono le Dolomiti così mi consolo…😉

    • Laura 1 novembre 2013 a 08:21 #

      Ti consoli con le Dolomiti … non male!!!🙂

  2. Nadia 29 ottobre 2013 a 08:56 #

    …E io che invece sto nella terribile pianura padana??? Beati voi, ma soprattutto bravi, è un progetto così affascinante e nuovo, siete davvero in gamba ( e che bella lavorazione del terreno!)

  3. mia 19 dicembre 2013 a 22:04 #

    Io non ho parole……….complimenti e grazie di condividerlo.
    Ogni tanto vi vengo a trovare ed è sempre piacevole leggervi.

  4. ilaria 14 gennaio 2014 a 22:51 #

    CIAO🙂 siete davvero fantastici..faccio la giardiniera e leggervi rafforza ancora di più questa mia passione!! aiuto!!! sto facendo nottate a leggere tutte le vostre esperienze, ma sopratutto a vedere i risultati documentati dalle belle foto che avete messo…io ho un terrazzo di 50mq che sembra una jungla😀 Buon lavoro!

    • Laura 15 gennaio 2014 a 18:47 #

      Ciao anche a te e grazie dei complimenti! Se hai dei consigli e suggerimenti da darci fatti pure avanti!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: