Verdure orientali: condizioni climatiche

30 Mag

La mia passione per la coltivazione delle verdure orientali, nata in terra inglese, sta’ diventando piu’ forte che mai: dopo le temperature cocenti e siccita’ di qualche settimana fa’, il freddo simil-invernale con pioggia a volonta’ degli ultimi 6-7 giorni non ha scoraggiato le mie verdurine che, imperterrite, sono riuscite a crescere anche in terra transilvana. Quando nella zona i locali non raccolgono ancora nulla (siamo a 900m slm, area sub-alpina, con temperature al momento molto variabili, con minime anche di 2C), un paio di settimane fa’ abbiamo invece iniziato a godere dei (primi) frutti dei nostri sforzi.

Santoh Pak Choi

Mizuna

 Sforzi per modo di dire, perche’ le verdure orientali sono facilissime da coltivare e, devo dire, abbastanza produttive anche in suolo non proprio fertilissimo (come il nostro, al momento). 

Ma non solo. A crescita velocissima, saporite, sfiziose, versatili in cucina, alcune verdure orientali hanno – come avrete potuto capire dall’introduzione -il non indifferente pregio di riuscire ad adattarsi a diverse condizioni metereologiche. 

Ecco una semplicissima tabella che ho creato tempo fa’ e che mi aiuta quando ho voglia di provare nuovi ortaggi orientali. 

Clima fresco  Clima caldo Adattabili a freddo e caldo
Brassiche (in generale) Choy sum Kailaan
Mibuna Senapi (alcune varieta’) Komatsuna
Senapi (alcune varieta’) Spinacio cinese o Callaloo(Amaranthus) Mizuna
Rape (da radice) Basella o Spinacio Malabar Aglio cinese o Erba cipollina cinese (Allium tuberosum)
Choy sum a fiori viola Fagioli azuki Celtuce o Lattuga asparago (Lactuca sativa var. asparagina o augustana)
Sedano cinese Fagioli lablab  
Shungiku (Crisantemo Garland) Soia  
Mitsuba o prezzemolo giapponese (Cryptotaenia japonica) Fagioli yard long  
Cime di piselli Hairy melon (Benincasa hispida var. chieh-gua)  
Ravanello bianco, verde, rosso Ku gua (Momordica charantia)  
  Zucca giapponese  
  Spinacio d’acqua (Ipomoea aquatica)  
  Shiso (Perilla frutescens)  
  Ravanello Beauty Heart  
     

Per avere qualche info in piu’ sulle brassiche orientali Mibuna, Mizuna, Komatsuna, Pak Choi, Choy sum, vi rimando ad un mio vecchio post.

A presto!

Laura

6 Risposte to “Verdure orientali: condizioni climatiche”

  1. Deanna 30 maggio 2013 a 20:11 #

    Ciao Laura…che progressi, nell’altro post!!! Certo non deve essere facile adattarsi -e adattare l’orto ad un clima tanto particolare…qui in pianura Padana è maggio ma fa un freddo da primi di aprile e piove, piove….penso che l’idea degli ortaggi orientali sia da tenere davvero in seria considerazione!!! Ma dove si possono reperire,in Italia,le sementi?

    Grazie e buon lavoro!

    P.S. :la mia parte di giardino ‘impossibile’ procede bene:ho fatto lo sheet mulching e piantato sambuco, vari ribes, un’ortensia rampicante e altre erbacee multifunzione…per adesso il tutto sta prosperando!

    • Laura 31 maggio 2013 a 09:29 #

      Ciao Deanna. Si, abbiamo fatto progressi …. anche se col freddo degli ultimi giorni tutto e’ ora un po’ fermo e mi sa’ che devo rinunciare all’idea di coltivare le angurie!🙂 Oggi postero’ altre foto.

      Riguardo i semi delle verdure orientali, qualcosina so’ che si trova anche in Italia (Mizuna, cavoli cinesi, Pak Choi principalmente). Penso che se vai in un negozio ben fornito …. So’ che Franchi sementi vende il Pak Choi ed il Mizuna (che chiama cavolo cinese). Se puoi scegliere, ti consiglio di iniziare con mizuna (vedi foto su).

      Cristian aveva commentato su un mio post ….”per chi non lo sapesse, acquistare i semi dall’Inghilterra (Per esempio su ebay) è davvero molto più economico che acquistarli dall’Italia ( Tranne per le varietà classiche che si trovano anche al discount).”

      Fammi sapere.

      Sono contenta che il tuo giardino ‘impossibile’ procede bene. Vedrai che non calpestando e tenendo pacciamato la terra a poco a poco si rigenerera’! Bravissima!!

      • Deanna 6 giugno 2013 a 12:42 #

        Grazie Laura, andrò a caccia di sementi con gli occhi a mandorla ;-)!

  2. Cristian 1 luglio 2013 a 16:21 #

    Laura, aggiungo la mia modestissima esperienza su certe verdure orientali che grazie a te ho conosciuto e provato.
    Mizuna e Mibuna piantate a fine marzo in serra si sono sviluppate abbastanza bene ma le lumache le hanno poi decimate.
    La senape rossa seminata in semenzaio e trapiantata a maggio si è sviluppata bene ma con i primi caldi sta fiorendo. Provo a togliere i fiori per vedere cosa succede.
    Il Pak Choi e il Tatsoi li ho seminati un mese fa direttamente bucando la pacciamatura. Le piantine (particolarmente il Pak Choi) si sviluppano molto bene anche con temperature alte (senza mai annaffiare).
    In conclusione (dopo la prima esperienza) qui il Pak Choi sembra essere ottimo anche con clima caldo e secco. Aspetto la completa maturazione per le foto… Speriamo che dia soddisfazioni anche in cucina…

    • Laura 2 luglio 2013 a 12:27 #

      Cristian, grazie per il tuo resoconto molto interessante. Non demordere e riprova a fine estate/inizi autunno, che e’ il periodo migliore per far crescere le verdure orientali a maturita’. Anche a me molte vanno a fiori in primavera/estate, se le lascio crescere molto. Per la primavera/estate secondo me e’ meglio coltivarle come verdure da taglio, tagliandole giovani. La fioritura precoce ha (in generale) a che fare con le ore di luce e l’allungamento delle giornate che culmina col solstizio estivo, quindi, da fine giugno in poi le semine dovrebbero essere piu’ sicure in questo senso. Ricorda comunque che i fiori e gli steli si possono mangiare (se non sono troppo fibrosi).

      Riprova con Mizuna e Mibuna. Il Pak Choi ha un sapore un po’ piu’ dolciastro, buono, ma secondo me Mizuna e Mibuna sono piu’ sfiziose!🙂 E strano che le lumache te le hanno divorate. Forse le foglie erano molto delicate perche’ cresciute in serra e quindi piu’ appetitose per loro? Oppure erano disperate perche’ non avevano altro da mangiare? In genere le foglie del Mizuna sono abbastanza durette, tipo rucola selvatica e le lumache inglesi del mio orto non le gradivano affatto. Riprova!

      E aspetto di vedere le tue foto!🙂

      • Cristian 4 luglio 2013 a 05:55 #

        Laura, riproverò sicuramente con queste verdure (e altre di cui ho già i semi).
        Per le lumache non so cosa dire. Non ho foto di mizuna ma puoi vedere la mibuna su questa pagina (terza immagine): http://www.ortonaturalefacile.it/blog/l-invasione-delle-lumache.aspx
        Sicuramente è stato un anno anomalo. Magari dipende anche da lumaca a lumaca… Comunque adesso con il caldo le lumache sono sparite.
        Ti farò sapere…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: