I miei attrezzi preferiti

13 Dic

E’ molto importante avere gli attrezzi giusti nell’orto: possono semplificare, velocizzare e persino rendere piacevole un lavoro che in partenza puo’ presentarsi come duro, lungo e faticoso. Usare attrezzi sbagliati si rivela spesso una tortura che congiura, nella migliore delle ipotesi, pensieri tipo “… ma chi cavolo me l’ha fatto fare!!”. Ma quali sono gli attrezzi giusti per lavorare l’orto? Come e quali scegliere? Come linea generale – e perdonatemi se dico cose scontate – se un attrezzo e’ di buona qualita’, solido, e mantenuto bene negli anni, facilitera’ il lavoro; se risulta comodo da usare – in termini di design, impugnatura, lunghezza totale dell’attrezzo, ed in termini di movimento richiesto dal suo uso – allora e’ quello giusto per voi … ed e’ davvero perfetto se, non appena impugnato, lo sentite quasi come un estensione delle vostre braccia (o mani che siano) e non vedete l’ora di usarlo!! La varieta’ di attrezzi esistente, se siamo disposti ad abbracciare anche quelli tradizionali di altri paesi, e’ incredibile.

Ecco alcuni degli attrezzi che amo usare di piu’ nel mio orto.

Estirpatore Wolf-Garten

estirpatoreViene commercializzato in Italia come attrezzo ideale per tagliare ed estrarre le erbacce con radici molto profonde. Nel sito inglese viene chiamato pero’ ‘weeding and planting knife’, suggerendo quindi anche un uso dell’attrezzo al posto della tradizionale paletta in fase di trapianto di piantine. Io lo utilizzo per estirpare piante con radici sia profonde che superficiali, per trapiantare piante che non necessatano di una buca molto larga ma magari stretta e profonda ed, essendo la punta sufficientemente affilata, lo uso, con movimento deciso, anche per troncare pianticelle sopra la superficie del terreno, per esempio in fase di raccolta. E’ maneggevole e davvero multiuso, sempre con me nell’orto!

 

Sarchiatore oscillante svizzero

Sarchiatore oscillante svizzeroLo userei tutti i giorni se potessi, ma i letti pacciamati (e la mancanza di materiale da estirpare) non me lo consentono, purtoppo. E’ un tale piacere usarlo! Chiamato anche ‘dutch hoe’ ed ‘action hoe’ questo sarchiatore oscillante e’ molto adatto a rimuovere infestanti in spazi molto ristretti. Si usa semplicemente tirando e spingendo avanti ed indietro. La lama smuove la terra ed estirpa le radici delle pianticelle. Il tutto facilmente e velocemente. Lo adoro! Lo uso anche per rimuovere piante con un apparato radicale piu’ o meno robusto (date una occhiata al video sotto) quando voglio lasciarne la radice nel suolo per vari motivi e lo uso anche per preparare il suolo prima delle semine dirette in primavera, dopo aver spostato la pacciamatura.

L’ampiezza di lavoro del sarchiatore oscillante varia a seconda dei modelli: io ho acquistato quello con la lama di 12cm/5 in. In Inghilterra si puo’ acquistare in due cataloghi, Organic Gardening Catalogue e Suffolk Herbs. In Italia Wolf-Garten vende un modello simile, anche se non sono sicura e’ lo stesso e che si usa quindi con altrettanta facilita’ e velocita’.

Questo e’ il video, trovato su Youtube, che mi aveva convinto ad acquistarlo: 

 

Piantatore

piantatoreUn altro attrezzo che trovo molto utile e’ il cosiddetto piantatore a T. Lo uso principalmente per trapiantare i porri, le barbabietole (dai diradamenti anche se dicono di non farlo!) ed altre pianticelle che trapianto a radice nuda o con poca terra. E’ molto utile e veloce per fare buche strette ed in profondita’.

A presto!

4 Risposte to “I miei attrezzi preferiti”

  1. Deanna 16 gennaio 2013 a 09:37 #

    Grazie per il vostro bellissimo blog, lo metto in cima alla lista dei miei preferiti!

    • Laura 17 gennaio 2013 a 10:48 #

      Grazie Deanna. Molto bello anche il tuo blog! Che creativita’ e bravura! Complimenti davvero. Provero’ senz’altro a fare uno dei tuoi progetti!

  2. Giuliana 15 maggio 2013 a 18:51 #

    sono entusiasta dei tuoi attrezzi, secondo te si trovano in Italia? Io uso ancora la zappa e il rastrello! Se ti interessa ho trovato una soluzione x le lumache che mangiano le piante delle zucchine: far bollire l’aglio nell’acqua e spruzzarla sulle piantine (tiene lontano lumache e lumaconi). Complimenti per il tuo interessantissimo blog. Un bacione Giuliana

    • Laura 17 maggio 2013 a 15:05 #

      Che piacere sentirti Giuliana! Non dovrebbe essere difficile trovare l’estirpatore ed il piantatore. Un po’ piu’ difficile invece sara’ forse trovare il sarchiatore oscillante svizzero… Grazie per il consiglio del te’ all’aglio. Io lo uso come anti-funghino insieme alla camomilla e da solo per gli afidi. Mai provato per tenere lontani lumache e lumaconi. Qui fortuna vuole non ce ne sono🙂 Ma tu quanto aglio e quanta acqua usi? E quanto lo fai bollire? Io uso una testa per 1 litro, ma poi aggiungo acqua bollente e lo lascio macerare per un po’. Non ho mai pensato di bollirlo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: