Risorse online

3 Mar

Saper leggere in inglese e’ davvero utile, anche a chi ha la passione dell’orto. L’internet offre un vero e proprio oceano di informazioni: da articoli e blogs interessanti di giovani (e meno giovani) che, in diverse parti del mondo, stanno sperimentando nuovi sistemi di coltivazione, ai numerosi articoli e video di permacultura ed interessanti report, fino ad arrivare ad interi libri scaricabili gratuitamente dalla rete.

Alcuni esempi che mi vengono immediatamente in mente (leggi salvati nei miei Favoriti di Internet Explorer🙂 )

Il progetto di Jules Dervaes ed il suo Urban Homestead. E’ un progetto ben conosciuto nei blogs di permacultura in lingua inglese. Jules e la sua famiglia producono gran parte del loro cibo ed hanno l’obiettivo di ridurre il loro impatto ambientale (fanno raccolta e reciclaggio dell’acqua, usano energia solare, composting, ed altri numerosissimi metodi), e, da buoni americani, ne hanno fatto un business (niente di male, sia chiaro, anzi….ben vengano businesses di questo genere!). Dichiarano di riuscire a produrre circa 2.7 tonnellate di prodotti biologici all’anno, coltivando circa 400 varieta’ di verdure, erbe, frutta e frutti di bosco. Hanno alveari, galline, anatre, conigli e capre nane. La cosa interessante e’ che ci troviamo nella suburbia americana, non in piena campagna (per la precisione ad 1.5 km da Pasadena in California) e che il tutto avviene in soli 400mq di giardino! La loro missione e’ quella di ispirare persone di tutto il mondo a “pensare globalmente ed agire localmente” (“think globally, act locally”), e di motivarle ad intraprendere “the path to freedom”, ovvero il percorso per diventare seri paladini ecologici, che porta ad una vita piu’ semplice e molto piu’ significativa.

Interessanti anche una serie di articoli del permaculturista Toby Hemenway ed il report ‘Small is Successful’ della Ecological Land Cooperative, una cooperativa che si occupa di acquisire terre agricole degradate e di ottenere permessi per stabilire piccole aziende agricole a basso impatto ecologico. Il report esamina otto smallholdings/piccole fattorie con meno di 4 ettari di terreno e dimostra che si possono creare business agricoli economicamente viabili ed estremamente sostenibili con aziende di queste dimensioni. Bisogna tener presente che, anche se le cifre nel report sembrano modeste, nessuna delle aziende agricole esaminate riceve alcuna forma di sussidio, e che le entrate considerate sono solo quelle esclusivamente agricole, ovvero sono escluse entrate da attivita’ tipo corsi, lavori di consulenza o bed & breakfast che le piccole aziende invece forniscono. Considerato lo stato in cui versano le grandi imprese agricole con le loro disastrose perdite (nonostante i sussidi che ricevono), tanto di cappello a questi piccoli produttori che riescono a chiudere con un bilancio in positivo!

Ma, anche se quanto sopra e’ estremamente interessante, il vero motivo per cui ho iniziato a scrivere questo articolo e’ un altro. E’ quello di condividere con voi links di vere e proprie librerie online. Due sono i siti che uso:

Soil and Health: Agriculture Library Index

Journey to Forever – Small Farms Library

Si possono scaricare per intero classici di agricoltura biologica e libri out-of-print, come per esempio il libro che ha iniziato il movimento di agricoltura organica, scritto nel 1940 da Sir Albert Howard, ‘An Agricultural Testament’ o quello di Eve Balfour ‘Towards a Sustainable Agriculture – The Living Soil’. E non solo. Si possono trovare anche libri piu’ recenti, come quelli scritti dall’australiano Yeomans sul sistema chiamato Keyline sull’uso e progettazione delle risorse idriche (su scala abbastanza grande) e “The Natural Way of Farming” di Fukuoka.

…. e cosi’, se sapete leggere in inglese, vi sentirete come me, davvero persi nella marea di materiale a disposizione!

2 Risposte to “Risorse online”

  1. Andrea 22 aprile 2013 a 15:02 #

    Innanzi tutto volevo ringraziarvi per le preziose informazioni che avete condiviso. Un’altra risorsa interessante potrebbe essere Scribd: su questo sito, previa registrazione gratuita, ho trovato tantissimi libri su permacultura, ecologia ecc.. Anch’io mi sono accorto che la mole di materiale disponibile è davvero immensa: voi che approccio consigliereste a questo riguardo? Come si fa a discernere le cose importanti, magari risparmiando tempo ed energie? Dopo aver letto “Introduzione alla Permacultura” di Mollison ed essere stato ispirato dai video di Lawton ho intrapreso anch’io la messa a dimora di un piccolo orto ma è ancora un progetto embrionale, in quanto il terreno è condiviso e non sono completamente libero di fare ciò che voglio; inoltre non è la mia attività principale. Se potessi farei una food forest! Grazie!

    • Laura 2 maggio 2013 a 11:04 #

      Ciao Andrea,
      Grazie per il link. Si, Scribd l’ho usato molto in passato. Poi ad un certo punto mi e’ sembrato consultabile solo a pagamento (gratis solo se si condividono dei files). E’ vero?

      Ultimamente ho trovato invece questo sito, con cosi’ tanto materiale da far girare la testa

      E riguardo a come districarsi in mezzo a cosi’ tante informazioni, libri, materiali …. che dire …. do’ la precedenza ad autori che hanno fatto progetti che mi inspirano, a gente che mi piace come lavora, quindi se possibile cerco di vedere se su Youtube ci sono video o foto sui loro siti. Molti materiali sono rigurgitazioni di altri libri. A me’ come punto di partenza e’ piaciuto molto ‘Gaia’s Garden’ di Toby Hemenway. Poi seguo Geoff Lawton (a proposito, lo sai che fa’ un corso di permacultura online???) e per forest garden una volta finiti di leggere i due volumi di Dave Jacke e The Holistic Orchard non penso riusciro’ a leggere nient’altro per un bel po’!

      In bocca al lupo per il tuo progetto!
      Laura

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: