Febbraio nell’orto

28 Feb

Iniziano i lavori finalmente! Abbiamo messo su un ‘summerhouse’ (nella foto sotto, in un angolo del nostro orto…si, quello con tutte le vetrate!) che dei vicini di allotment ci hanno molto gentilmente regalato. E’ davvero splendido e lo stiamo usando per il momento come serra per germinare (in via sperimentale!) dei semi di insalata, porri, peperoncini piccanti e cipolline …. e per ripararci dalle intemperie londinesi!

Abbiamo poi rifatto alcuni sentieri con del cippato di legno e lavorato un plot che aveva la terra abbastanza compattata. E’ stato un momento interessante quello. Questa parcella (nella foto sotto) e’ stata tenuta scoperta, senza pacciamatura, per una stagione intera, tranne l’inverno. Le innaffiature e la pioggia dalla primavera all’autunno hanno compattato il suolo ben bene. La differenza tra questo plot e gli altri che sono sempre stati pacciamati, tutto l’anno, e’ davvero abissale e difficile da rendere in foto. Questo esperimento (non voluto) ha rafforzato ancora di piu’ la mia convinzione che la pacciamatura di terra in un buono stato strutturale – quindi da lavorare un po’ pre-pacciamatura se non e’  in condizioni ottimali – e’ preziosissima e assolutamente  indispensabile.

Ho proceduto quindi ad arieggiare il suolo (senza vangare ma usando solo la forca). Ho rifatto i sentieri e ricoperto con un bello strato di paglia.

        

        

Rimanendo in tema di ‘lezioni’, questo e’ invece quello che succede negli orti dei nostri vicini …. ovvero quando si usa la motozappa per preparare il terreno per la semina. Le radici della gramigna e dell’equiseto vengono triturati ben bene e si moltiplicano a dismisura.  Che allegria riniziare da capo ogni primavera….

       

Questa e’ invece la fine che fanno le erbe non desiderate nel nostro plot: togliamo il tappeto erboso (gramigna) e lo lasciamo in un cumulo insieme ad altri scarti, fino a quando tutta la materia vegetale non si decompone.

Abbiamo poi sistemato un’ altra parte dell’orto e seminato, forse troppo presto – chissa’ – facelia e alfalfa.

Ed infine, interessante questa parcella. Facelia e rucola autoseminate sono sopravvissute bene all’inverno gelido!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: