Le cime di piselli

19 Feb

E’ sicuramente la mia verdura preferita nei ristoranti cinesi, anche se spesso difficile da trovare. In Asia si coltivano da sempre e qui vengono venduti nei supermercati come prelibatezza. Muoio dalla voglia di coltivarli! Sono i ‘pea shoots’, ovvero le cime e le foglie giovani delle piante di piselli, raccolte quando la pianta ha raggiunto i  15-25 cm di altezza. Una prelibatezza anche e soprattutto in Cina (in cinese si chiamano ‘doumiao’): hanno un sapore delicato ed aromatico, molto primaverile. Una vera bonta’!!

Cime di piselli (source: http://www.dietgirl.org)

Mi piacciono perche:

  • offrono versatilita’ di raccolta: si mangiano le cime giovani, i fiori, i piselli (se si fa’ crescere la pianta)
  • sono piante azoto-fissatrici, quindi buone per la fertilita’ del terreno
  • e’ una delle primissime raccolte in primavera
  • sono verdure da taglio, quindi offrono ripetuti raccolti
  • sono veloci: in 2-3 settimane dovrebbe esserci la prima raccolta!

Cime di piselli raccolte dopo soli 11 giorni e venduti da W.S.Bentleys’

Varieta’

In teoria puo’ essere usata una qualsiasi varieta’ di piselli, anche se le varieta’ a crescita alta hanno piu’ vigore e i lunghi ‘shoots’ sono quindi piu’ facili da raccogliere. I puristi di cucina cinese si dovrebbero orientare verso la qualita’ mangiatutto (in inglese gli snow peas). 

Per questioni di costo e facilita’ di reperibilita’ ci si puo’ anche rifornire al supermercato. Qui in Inghilterra si trovano i piselli (interi) secchi nel reparto alimentare (non specifici quindi per orticoltura). Sono molto piu’ economici. 

Semina

Da queste parti, marzo e’ il mese migliore per fare la prima semina primaverile di piselli, continuando in successione per qualche mese. Sembra che le piante seminate a marzo, se vengono raccolte con regolare frequenza, durano per tutta la stagione principale delle cime, che sarebbe maggio e giugno. Una semina a maggio da’ invece un po’ meno cime in estate.

La coltivazione in sostanza e’ la stessa dei piselli normali, si seminano solo piu’ fitti, in un contenitore o direttamente nell’orto se le temperature lo permettono. Si ricopre di terriccio e si annaffia gentilmente, facendo attenzione che i semi non vengano scoperti dal getto d’acqua!

Esempio di semina di piselli per la raccolta delle cime (source: http://www.dietgirl.org)

Raccolta

Qui potete sperimentare. In teoria si possono mangiare a qualsiasi stadio di crescita.  Si mangiano sia i gambi che le cime e le foglie. La guru inglese dell’orticoltura, Joy Larkcom, nei suoi libri consiglia la prima raccolta quando le piante di piselli raggiungono i 15-25 cm di altezza, tagliando 5-7 cm di cima. Nel giro di qualche giorno nuove cime emergeranno, pronte per una nuova raccolta. Dopo questo primo taglio, si raccolgono regolarmente nella lunghezza che si preferisce: le cime piu’ giovani sono piu’ tenere mentre se raccolte piu’ lunghe hanno si’ piu’ massa ma un sapore forse un po’ meno delicato. Dopo circa due mesi di tagli continui diventano troppo sottili e dure per poter essere gustate.

E ricordate che anche i fiori si possono mangiare, salvandone magari qualcuno, cosi’da avere anche una mini raccolta di pisellini! A fine stagione la pianta si taglia lasciando le radici, coi loro noduli ricchi di azoto, nel terreno, cosi’ da fertilizzare nel contempo il suolo.

Idee

Provate a coltivarli anche some sovesci commestibili nell’orto, sfruttando la capacita’ dei noduli di fissare l’azoto: raccogliete le cime un po’ di volte fino a quando non decidete di usare la pianta come pacciamatura-sovescio.

Uso in cucina

Le cime e foglie di piselli sono piu’ saporite quando sono giovani e croccanti. Si possono consumare crude in insalata, saltate in padella o – perche’ no – magari provarle in zuppe.

Un piatto cinese molto ma molto semplice che vede l’utilizzo delle cime come ingrediente principale e’ il seguente: si scalda un po’ di olio di semi in padella a fiamma alta e si soffrigge velocemente uno spicchio d’ aglio tagliuzzato. Si aggiungono le cime lavate e scolate grossolanamente e si saltano per qualche secondo, fino a quando sono tenere, sempre a fiamma alta (devono risultare croccanti e fresche al palato, assolutamente non stracotte). Si aggiunge un po’ di sale (o un goccio di salsa di soia), e a piacere un po’ di peperoncino. Una variante per l’uso dell’aglio, che uso spesso nella cucina orientale: invece di soffriggere lo spicchio d’aglio lo aggiungo alla fine, tritato fine o spremuto nello spremi aglio e ‘cucinato’ solo per 2-3  secondi. Il sapore di aglio rimane delicato, fresco, leggero e, a mio parere, anche molto piu’ digeribile!

Info sui valori nutrizionali e qualche ricetta in inglese qui.

Spero che vi ho tentato abbastanza e che proverete a coltivarle, in balcone o nell’orto. Sono una vera’ bonta’, vi assicuro, ed anche molto decorative!🙂

P.s.: in realta’ in Cina si coltivano due tipi di cime di piselli: ‘da doumiao’ (pea shoots grandi) e ‘xiao doumiao’ (pea shoots piccoli). Non sono riuscita ancora a risalire alle differenze, se non nel fatto che quelli grandi sono probabilmente le cime delle piante di piselli mature. Il sapore tra i due sembra essere diverso, quindi varrebbe la pena sperimentare anche con piante mature, soprattutto se si dispone delle varieta’ di piselli mangiatutto.

Laura

3 Risposte to “Le cime di piselli”

  1. Loredana 25 ottobre 2012 a 14:26 #

    Ciao Laura e prima di tutto complimenti per il premio di Kitchen garden.
    Dopo aver letto questo post in primavera ho provato prima a mangiare le cime dei piselli “mangiatutto” e poi a seminare i piselli allo scopo (in commercio non ho trovato piselli interi e dunque ho seminato quelli da far germogliare).
    In entrambi i casi li ho trovati duri. Per quelli “rubati” alla pianta mentre era in produzione non mi preoccupo molto (magari la pianta era un poco vecchiarella), ma quelli che avevo seminato appositamente li ho raccolti che avevano in tutto 7-8 foglie ed un’altezza di meno di 20 centimetri, ho raccolto non più di 5 foglie partendo dall’alto e li ho cucinati ma sembrava di mangiare foglie di carciofo: buon sapore ma praticamente tutta fibra. Forse ci sono varietà di piselli più adatti?

    • Laura 25 ottobre 2012 a 16:43 #

      Ciao Loredana, probabile che sia stata una combinazione di varieta’ di piselli non molto adatta (tipo una pianta nana, a crescita lenta) insieme al fatto che magari hai fatto la raccolta un pochino troppo tardi (per quello specifico tipo di piselli che hai usato). La pianta diventa fibrosa quando e’ troppo vecchiotta, su questo non ci piove. Prova con un’altra varieta’ (a crescita veloce – varieta’ alta) se puoi e prova a rifare la raccolta quando le piante hanno raggiunto intorno ai 15-16 cm di altezza (correggero’ l’articolo – meglio essere piu’ conservativi con le dimensioni!). Importante: taglia solo 5-7cm di cima, partendo dall’alto (forse hai anche raccolto un pochino troppo gambo? Le foglie sotto la cima tendono ad essere fibrose e piu’ dure anche quando sono giovani). Aggiungero’ una foto di una mia mini raccolta fatta scorsa primavera nell’articolo, cosi puoi vedere. Tieni conto che le cime si devono poter mangiare anche crude volendo, quindi assaggia e raccogli! Fammi sapere come va’. Ora in autunno potrai riprovare.🙂

    • Laura 25 ottobre 2012 a 17:01 #

      Loredana, dai una occhiata all’articolo ‘Un assaggio di primavera‘. Li’ ci sono le foto della mia semina primaverile insieme ad una mini raccolta. Come vedi quello che faccio e’ raccogliere giusto la punta. Mi sa’ che viene con circa 2-3 foglie, non di piu’….. La varieta’ che avevo seminato io era perfetta raccogliendo 5-7cm dall’alto. Tieni conto che queste sono considerate una prelibatezza non solo per il sapore ma anche perche’ ogni piantina da’ una raccolta …. da ‘gourmet’! Insisti pero’ perche’ ne vale davvero la pena: le cime ricrescono velocemente e la resa generale della pianta a mio parere e’ superiore alle coltivazioni/raccolte di piselli ‘normali’!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: